Competition

Ponte Leopoldo I

Competition

Ponte Leopoldo I

La proposta progettuale per il ponte pedonale che presiede il luogo delle Cascine di Tavola prevede una struttura metallica in elementi tubolari e tiranti in cavi di acciaio che corrono lungo la superficie di inviluppo definiscono porzioni di spazio aperto, piccole e grandi aperture come “finestre” che inquadrano e valorizzano un punto di vista particolare del paesaggio circostante. L’intreccio delle linee conferisce fisicità all’idea dei filari che si avvolgono su se stessi attorno ad un nucleo centrale che, nel nostro caso, è definito da una superficie teorica generata a partire da ellissi e cerchi ed archi tracciati come parti di circonferenze. l’atto del camminare attraverso il ponte non è la sola funzione dell’attraversamento ma anche il sentirsi parte di un contesto nuovo volto alla valorizzazione del paesaggio circostante. Le eliche che circondano il tutto sono geometrie senza inizio e senza fine, moduli periodici replicabili all’infinito, rendono a pieno l’idea di continuità e allo stesso tempo definiscono con estrema chiarezza l’idea di evoluzione, la stessa evoluzione che si prova quando si attraversa, quando si varca una soglia, quando si lascia uno spazio per approdare in uno nuovo. L’idea del ponte è essenzialmente questa: collegare due realtà, definirne il passaggio e allo stesso tempo il confine.

ANNO

2010

LUOGO

Prato, Italy

CATEGORIA

Competitions

PROJECT TEAM

Massimiliano Mazzetta, Lorenzo Martella, Roberto Potenza

CLIENTE

Provincia di Prato

SHARE PROJECT
  • ANNO : 2010
  • LUOGO : Prato, Italy
  • CATEGORIA : Competitions
  • PROJECT TEAM : Massimiliano Mazzetta, Lorenzo Martella, Roberto Potenza
  • CLIENTE : Provincia di Prato